Witcher Wiki
Advertisement
Witcher Wiki
Principale
Netflix

Tw3 achievements bookworm unlocked.png
"Vuoi davvero saperlo?"
Spoiler per libri e/o altri adattamenti a seguire!

Princess Adda

Adda la Bianca è la figlia di re Foltest, di Temeria, nata come strige risultato della maledizione di Ostrit. Il cortigiano si era invaghito della sorella del re e madre della bambina, Adda di Temeria. Quando seppe dell'incestuosa relazione tra i due e della gravidanza della principessa, Ostrit scagliò una maledizione che trasformò la piccola in un mostro.

La storia di Adda e di come Geralt sconfisse la strige è descritta nel racconto "Lo strigo" della raccolta Il Guardiano degli Innocenti.

Biografia[]

Vita da strige[]

Quando la piccola Adda venne alla luce era già morta e con lei, anche la madre Adda di Temeria morì durante il parto. Fu sepolta di fianco alla principessa nella tomba di famiglia, nei sotterranei dell'Antico Castello di Vizima, dove dopo 7 anni, risorse come un mostro. Per altri 7 anni la strige tormentò Vizima Antica, divorando gli incauti. Molti tentarono di uccidere la bestia o spezzare la maledizione, ma solo il witcher Geralt di Rivia riuscì nell'intento.

Dopo una lunga battaglia e dopo aver ucciso il responsabile della maledizione, Ostrit, Geralt si rinchiuse nella bara della strige sino all'alba, impedendole di rientrare nella tomba per rigenerarsi. In questo modo riuscì a spezzare la maledizione e la strige si ritrasformò nella fanciulla di 14 anni che era.

Il Filmato introduttivo del videogioco The Witcher, descrive la battaglia tra Geralt e il mostro.

Vita da principessa[]

Pur avendo ripreso le sue sembianze umane, Adda non recuperò mai la normalità. I suoi capelli erano innaturalmente bianchi e aveva la mente di una bambina di cinque anni. Il pericolo della maledizione però non fu mai del tutto scongiurato, per questo secondo il consiglio di Geralt, Adda doveva sottoporsi quotidianamente ad un rituale di "prevenzione", bruciando certe erbe nel camino e proteggendosi con un amuleto d'argento.

Fu soprannominata "Adda la Bianca" proprio per via del colore dei suoi capelli.

Coinvolgimento[]

The Witcher[]

Anche nella "Dinastia di Temeria", scritta da Andrzej Sapkowski e pubblicata sul suo sito ufficiale, Adda è descritta come una fanciulla dai capelli tra il rossiccio e il biondo.

La principessa è cresciuta come un'affascinante e selvaggia giovane donna che Geralt incontra al banchetto di Declan Leuvaarden, accompagnata dall'arrogante conte Roderick de Wett, cavaliere della Rosa Fiammeggiante. Durante il banchetto, tenterà di sedurre Geralt per portarlo nella sua stanza.

Secondo gli del Professore, Adda collabora con Salamandra. È l'artefice della contraffazione del sigillo reale sugli editti e probabilmente è responsabile del caos del Quartiere dei Mercanti di Vizima. Adda è l'erede al trono di Temeria anche se Salamandra la ritiene lunatica e imprevedibile, al punto che l'organizzazione programma di rompere l'alleanza.

Quando Ostrit maledisse Adda, descrisse il processo nel suo diario. Chiunque lo possieda, potrebbe ripristinare la maledizione della strige. Tuttavia Adda è pericolosa sia come strige sia come umana. È solo grazie all'intervento di Triss, che Geralt riesce a sfuggirle alla fine del Capitolo III.

Il Regalo:[]

Adda desidera la carne di catoblepa. Per ottenere l'oggetto, Geralt deve parlare con Velerad, il borgomastro, ma non dimenticare un po' di alcol forte per farlo parlare. Quindi indicherà la direzione di Thaler e dirà che vuole una lettera nella vicina alcova prima di rivelare ulteriori informazioni. Infine, Geralt deve parlare con Triss, poiché la maga può evocare il regalo per la principessa.

The Witcher 2: Assassins of Kings[]

Adda è un personaggio secondario solamente menzionato nel secondo gioco.

Il libro di gioco "Dinastia reale temeriana" fornisce informazioni su Adda. Se hai importato le tue scelte del gioco precedente, il testo di quel libro si basa sulle scelte fatte in quel gioco, altrimenti Adda è morta per impostazione predefinita.

Uno dei racconti di Chorab parla di Geralt che libera Adda dalla sua maledizione per la prima volta.

Se Adda è morta nel primo gioco:

  • All'inizio de gioco, Foltest menziona la mancanza di un erede.
  • A Vergen, Geralt può imbattersi in un prete di nome Tiberio che si ringrazierà il witcher per aver ucciso la strige.

Se Adda fosse stata risparmiata nel gioco principale:

  • Durante il prologo, Foltest menziona che Adda si è spostata con il re di Redania e quindi deve "accontentarsi di Redania" poiché la nobiltà temeriana non permetterebbe mai ad un redaniano di sedere sul trono.
  • Durante la conversazione con il messaggero kaedwiniano, la questione delle nobiltà temeriana che rifiuta Adda come nuova regina assume un ruolo primario: la morte di Boussy La Valette e solo una preoccupazione secondaria.
  • Radovid V afferma che a Redania, Anaïs La Valette sarebbe al sicuro e vicina alla sua sorellastra, Adda.
  • A Vergen, Geralt può imbattersi in un prete di nome Tiberio che lo accusa di aver "salvato il mostro".

The Witcher 3: Wild Hunt[]

Se Geralt ha salvato Adda nel primo gioco, allora è ancora la regina di Redania, anche se gli sviluppatori hanno deciso di non introdurla in The Witcher 3 ed esplorare ulteriormente la sua trama.[1] Viene menzionata solo in una vecchia lettera trovata nel cortile del palazzo reale di Vizima.

Gwent: The Witcher Card Game[]

Adda è una leader dei Regni Settentrionali nella versione homecoming.

Pergamena 1: Una bella ragazza con il naso a patata ed una tempesta di capelli rossi: cosa c'è da temere? Ebbene, le apparenze ingannano ... e nel caso di Adda più del solito.[2]

Pergamena 2: Sembrava che lo strigo[3] avesse, in effetti, curato l'orrenda maledizione che diede ad Adda l'abitudine piuttosto sgradevole di trasformarsi in una strige. Ma se si crede alle voce, pare che la principessa abbia avuto una ricaduta.[2]

Pergamena 3: All'inizio, si credeva che Adda fosse stata maledetta dagli dei, perché era la figlia di una relazione incestuosa tra il re Foltest e sua sorella, Adda di Temeria. La verità, come spesso accade, si è rivelata ben diversa ...[2]

Pergamena 4: L'indagine dello strigo ha rivelato che un cortigiano frustrato in amore di nome Ostrit era responsabile della maledizione del witcher. Non sorprende che gli dei non avessero avuto alcun ruolo, dimostrando ancora una volta di essere indifferente alle cattive azioni dell'uomo ... Fortunatamente, non è necessario il potere divino per sconfiggere la malvagità.[2]

Cassa 1: Dopo aver scoperto che Adda era stata trasformata in una strige, Re Foltest promise una pensante ricompensa a chiunque potesse disincantare la principessa ... e una rapida punizione a chiunque avesse provato ad ucciderla. Passò molto tempo prima che qualcuno si facesse avanti. Il volontario si rivelò essere nientemeno che Geralt di Rivia, un witcher della Scuola del Lupo.[2]

Cassa 2: Dopo che Geralt disfece la maledizione, sembrava che Adda fosse diventata una ragazza normale. Piacevole, eloquente, innegabilmente bella: divenne rapidamente l'orgoglio e la gioia della corte temeriana. Tuttavia, strane voci cominciarono a girare tra i servi della famiglia reale. Nella sua camera da letto, lontana da occhi indiscreti, Adda aveva commesso orribili atrocità contro le sue ancelle ... anche se i dettagli rimangono sconosciuti poiché molti non si sarebbero mai più visti.[2]

Cassa 3: Un segno significativo che la maledizione di Adda non era stata completamente annullata era il suo amore per la carne di catoblepa. La carne di catoblepa ha un sapore molto particolare, inquietamente simile a quello della carne umana. Considerando che le bestie sono poche e che la loro carne è una rara prelibatezza nella corte temeriana, la principessa Adda fu costretta ad accontentarsi di un sostituto più facilmente disponibile.[2]

Note[]

  • Un macellaio del Quartiere Commerciale ha una cagna di nome "Adda", perché è una "cagna viziata".
  • La sua storia è raccontata in "Spezzare la maledizione di una strige".
  • Adda è presente nell'ottavo episodio della serie TV "The Hexer", Rozdroże. La strige è interpretata da Zbigniew Modej, mentre Adda da Magdalena Górska.
  • Adda appare in alcuni fumetti: nel fumetto Geralt e in The Witcher: Curse of Crows quando Geralt racconta a Ciri la storia del suo primo contratto di strige.

Missioni[]

The Witcher[]

Vedi anche[]

Galleria[]

Riferimenti[]

  1. Mateusz Tomaszkiewicz: "Adda nel terzo gioco"
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 2,5 2,6 Traduzione non ufficiale.
  3. La traduzione italiana ufficiale usa il termine "strigo", mentre la wiki usa "witcher".
Advertisement