Witcher Wiki
Advertisement
Witcher Wiki

Le arachas sono dei grossi insettoidi.

The Witcher 2: Assassins of Kings[]

Template:Infoboxbestiario2

Il primo incontro con un Arachas è in una radura nella foresta di Flotsam, poco prima dell'incontro con Iorveth, nel Capitolo I. Dopo aver ucciso la bestia, Geralt può raccogliere dai suoi resti l'"Occhio di Arachas", necessario per completare la missione "Il Cuore di Melitele".

Come le Endriaghe regine gli arachas caricano i loro nemici quando attaccano, atterrandoli e sputano veleno. Lo stile forte è più efficacie contro queste creature, così come i Segni: Yrden li immobilizza per alcuni secondi rendendoli inermi ai colpi di Geralt; Quen è utile per contrastare i loro possenti attacchi; Aard è utile per rompere la loro difesa.

Gli arachas sono mostri insettoidi per cui cospargere la spada dell'Unguento anti-insettoidi può essere utile per aumentare i danni inflitti.

Dal diario[]

Gli aracnidi sono dei cacciatori solitari: attendono pazientemente che le preda si avvicini per poi colpire repentinamente. Lo stesso vale per l'arachas, una creatura gigantesca che vive e regna nella zona fluviale della foresta. Non tollera la presenza di altri cacciatori, witcher inclusi.
Gli arachas sono grossi, lenti e protetti da una corazza resistente. Il carapace, come lo definiscono i witcher, è particolarmente resistente nella parte frontale, quindi è meglio colpire lateralmente o da dietro. Quando la creatura parte alla carica, è il momento di agire: bisogna schivarla con uno spostamento laterale per poi colpire. Senz'ombra di dubbio, è meglio ricorrere allo stile forte.
L'arachas non teme affatto il veleno e poco il fuoco. Il suo sistema nervoso primitivo e la sua incredibile vitalità gli consentono di sopravvivere perfino alle ferite gravi. La bestia si cura dopo la battaglia, mentre digerisce la preda.
Tutto considerato, l'arachas è un insetto, perciò è consigliabile ricoprire la lama con l'unguento anti-insettoidi prima della battaglia: è probabilmente la sua unica debolezza. La bestia può neutralizzare tranquillamente le tecniche dei witcher, quindi i veleni e i Segni si rivelano inutili, per non parlare dei tentativi di atterramento di questo colosso.

Missioni associate[]

Video[]

{{#ev:youtube|Zwi_x8Bvjpo|480}}

The Witcher 3: Wild Hunt[]

Template:Infoboxbestiario3

Dal diario[]

N'arache aen woed endicen. (Non svegliare l'arachas che dorme.)
— Proverbio elfico
Potenti chele, una mandibola dotata di denti affilati come rasoi e ghiandole velenose piene di tossine letali... Questo è il mortale arsenale a disposizione delle arachas. Poiché le persone e gli animali da fattoria costituiscono una parte importante della dieta di queste creature, i contratti per le arachas costituiscono, di conseguenza, un'importante fonte d'introito per i witcher.
Un tempo native del lontano sud, queste specie invasive sono migrate verso nord nel corso di secoli, adattandosi man mano ai nuovi climi e alle temperature più fredde. Trovando gli acquitrini e le paludi più ospitabili, si sono stabilite in queste zone, sfruttando il fango e il muschio per ricoprirsi durante il letargo. L'arachas nasconde la propria sacca addominale scoperta dietro la copertura di tronchi cavi portati sulla schiena.
A prima vista un'arachas immobile si fonde con il sottobosco della foresta, fatto che sfrutta a proprio vantaggio per cacciare. Solitamente, inizia il combattimento sputando veleno e poi prova ad afferrare la preda con i tentacoli prensili per trascinarla a portata delle sue temibili chele.

Vedi anche[]

In The Witcher: Adventure Game[]

Le Arachas sono uno dei nemici che si possono incontrare in The Witcher: Adventure Game.

Galleria[]