Il culto del Fuoco Eterno è una religione di cui si parla sia nella Saga Witcher, che nel videogioco. In particolare, se ne parla in uno dei racconti della raccolta La Spada del Destino, dal titolo "Il fuoco eterno".

The Witcher[modifica | modifica sorgente]

Nle videogioco il culto del Fuoco Eterno è personifica nel Reverendo delle Campagne di Vizima. Altri personaggi che Geralt incontra possono essere seguaci di questo culto, in particolare, i soldati dell'Ordine della Rosa Fiammeggiante.

Tuttavia nel videogioco compaiono anche altri culti e religioni, come i Druidi (che non sono seguagi di nessun culto particolare, ma più in generale della Natura), i seguaci di Melitele, gli adoratori della Signora del Lago, gli adoratori dei Signori dell'Acqua e di Dagon.

Dal Diario[modifica | modifica sorgente]

Glossario Il culto del fuoco Eterno

"I seguaci del Fuoco Eterno credono che la fiamma imperitura sia il simbolo della sopravvivenza e guida attraverso l'oscurità. Essi la vedono come l'annunciazione del progresso e dell'avvento di giorni migliori. I chierici del Fuoco Eterno vigilano sulla fede come pure sui templi, dove la fiamma brucia incessantemente. L'Ordine della Rosa Fiammeggiante è il suo braccio armato."

Membri conosciuti[modifica | modifica sorgente]

Altro[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.