Witcher Wiki
Advertisement
Witcher Wiki
Disambig-icon.png Questo articolo riguarda la sosia di Ciri. Per la vera Ciri, vedi Ciri.
Tw3 achievements bookworm unlocked.png
"Vuoi davvero saperlo?"
Spoiler per libri e/o altri adattamenti a seguire!

Big Quote Left.png
... è un nome noioso, Vostra Maestà Imperiale. Un nome giusto per qualcuno che non è nessuno. Finché sono Cirilla Fiona sono qualcosa ...
Big Quote Right.png
- La Falsa Ciri sul motivo per cui si rifiuta di dichiarare il suo vero nome, La Signora del Lago

Cirilla Fiona, come veniva chiamata ufficialmente, conosciuta anche come Falsa Ciri, era la moglie dell'imperatore Emhyr var Emreis.

Era una nobile ragazza orfana che aveva un aspetto quasi identico a quello di Ciri e la sua stessa età. Per questo motivo fu rapita e portata a Nilfgaard per ingannare Emhyr. L'imperatore riconobbe immediatamente che non era la vera Ciri, ma decise che sarebbe stato più saggio che il suo popolo non ne fosse a conoscenza e le diede i titoli di Duchessa di Rowan e Ymalc per poi mandarla ad uno dei confini più remoti dell'impero. Sebbene all'inizio fosse contrario a lei, durante le sue rare visite Emhyr iniziò a provare qualche tipo di sentimenti verso di lei e la sposò ufficialmente dopo la guerra, legalizzando così il controllo nilfgaardiano su Cintra attraverso l'unione personale.

Biografia[]

Non si sa molto del passato della Falsa Ciri e nemmeno del suo vero nome. Era di nobiltà di Cintra prima che i suoi genitori venissero uccisi, probabilmente durante la Prima Guerra del Nord, rendendola orfana e passò per diversi campi profughi prima di finire finalmente a Brugge, dove lavorò come sarta. Quando Codringher e Fenn ricevettero il compito, assegnato loro da Geralt, di capire perché lo stregone Rience stava cercando di mettere le mani su Ciri, Codringher seppe di una ragazza, molto simile per età e aspetto a Ciri, cercò di convincere Geralt ad usarla come esca. Tuttavia, Geralt si infuriò e si rifiutò di permetterlo e la questione fu lasciata da parte.

La notte in cui iniziò il Colpo di Stato di Thanned, Rience inviò Schirrú a trattare con l'agenzia investigativa e il mezzelfo, assieme ad un altro complice, Nazarian, trovò gli appunti sulla sosia di Ciri. Si incontrarono quindi con Rience il 3 luglio, pochi giorni dopo il tentativo fallito di catturare la vera Ciri e dopo qualche discussione si recarono a Brugge il giorno successivo e rapirono la ragazza prima di consegnarla a Pitcairn Godyvron a Verden.[2] Il 10 luglio fu portata a Nilfgaard e affidata alle cure della contessa Stella Congreve.[3] Più tardi, l'imperatore Emhyr var Emreis la accolse formalmente e le diede il titolo di sovrana di Attre e Abb Yarra (uno dei veri titoli di Ciri). Tuttavia, capì subito che non era la vera Ciri, poiché quella vera era sua figlia, e così mandò la Falsa Ciri a Darn Rowan, uno dei punti più lontani dalla capitale e quindi fuori dalla vista durante la ricerca della vera Ciri continuava.[4]

Al castello di Darn Rowan, Stella continuò a educare la giovane donna quando, 6 mesi dopo che Emhyr l'aveva formalmente incontrata e mandata via, venne a trovarla mentre un ritratto di lei veniva dipinto da Robin Anderida.[5] Poiché credevano fossero vicini al ritrovo della vera Ciri, qualcosa doveva essere fatto con quella falsa. Dopo averle chiesto se c'era qualcosa che desiderava, ricevendo un "no", l'imperatore chiese il suo vero nome, ma lei rifiutò di dirglielo, dicendogli che il suo nome significava che non fosse nessuno e come il nome Cirilla le dava importanza.

Dopo averla rassicurata che non le sarebbe accaduto nulla di male, l'imperatore le chiese ancora una volta se avesse qualcosa che desiderava e questa volta rispose che desiderava restare lì, a Darn Rowan con la contessa. Sebbene l'imperatore pensasse personalmente che fosse un errore da parte sua, acconsentì.

Poco tempo dopo, lei e Stella hanno visitato la città di Nilfgaard, dopo che Emhyr aveva trovato e parlato con la vera Ciri e l'aveva lasciata andare. Emhyr decise quindi di sposare la Falsa Ciri, rendendola imperatrice, anche se era solo per assicurarsi Cintra come parte dell'Impero.[6] In qualità di imperatrice, Cirilla Fiona era in stretto rapporto personale con Stella Congreve, definita la "suocera imperiale". Alla fine morì qualche tempo prima del 1331.

Note[]

  • Sebbene non sia mai apparsa nella versione di rilascio di The Witcher 3: Wild Hunt, la Falsa Ciri è stata menzionata nei materiali perduti del 2014. Era una versione precedente di Cerys e ha usato un'altro nome - "Becca" (lo stesso della seconda regina di Cintra). Non è stato spiegato se questo fosse o meno il suo vero nome o solo un altro pseudonimo.
  • Ironia della sorte, secoli dopo, l'unico ritratto conosciuto rimasto di Ciri è in realtà quello del Falso Ciri.[7]
  • Sebbene sia stato detto che Emhyr aveva iniziato a provare alcuni sentimenti per lei, non fu specificato se l'abbia mai amata.

Galleria[]

Riferimenti[]


Advertisement