Witcher Wiki
Advertisement
Witcher Wiki
Tw3 achievements bookworm unlocked.png
"Vuoi davvero saperlo?"
Spoiler per libri e/o altri adattamenti a seguire!


Kayleigh (morto nel settembre del 1267) è uno dei membri dei Ratti. Era snello e lunghi capelli biondi che raggiungevano le spalle. Fu il figlio adottivo di un castellano di Ebbing. Il suo volto era spigoloso, occhi verdi e dallo sguardo folle, la bocca distorta in uno sgradevole ghigno. Portava orecchini e aveva un tatuaggio di un serpente. Vestiva abiti di pelle d'agnello con decorazioni d'argento.

Il castello dove viveva con i genitori adottivi fu assediato dall'esercito nilfgaardiano per ordine di Emhyr var Emreis, imperatore di Nilfgaard, al fine di sopprimere una rivolta a Ebbing. Si risvegliò allora nel castello distrutto dalle fiamme, tra i corpi dei genitori adottivi e dei fratellastri. Allora trovò Reef, un giovane soldato nilfgaardiano di sedici anni, come lui, lasciato indietro dai compagni a causa delle ferite riportate. Invece di ucciderlo, tuttavia, Kayleigh lo aiutò e lo guarì. Hanno poi incontrato Iskra, Giselher, Mistle e Asse durante la Festa del Raccolto in un villaggio di Geso e hanno allora formato una banda.

Ciri lo incontrò per la prima volta alla locanda di Glyswen dove sia lei che lui erano stati catturati da due bande diverse: Ciri dai Segugi e lui dai Nissir. Dopo che i due furono salvati dagli altri membri dei Ratti, Ciri si unì a loro, e la stessa notte Kayleigh cercò di violentarla; viene tuttavia mandato via da Mistle che riprese da dove lui aveva interrotto. Lui e l'intera banda, ad eccezione di Ciri, furono uccisi da Leo Bonhart a Gelosia.

Advertisement