FANDOM


The Witcher Lore ITA- La storia della Scuola del Gatto

The Witcher Lore ITA- La storia della Scuola del Gatto

La Scuola del Gatto è una delle tre scuole di witcher, che compaiono nell'episodio a fumetti Il tradimento (Zrada). Il fumetto narra del tradimento della Scuola del Lupo, che condusse al massacro di Kaer Morhen. E' un episodio che compare solo nella serie a fumetti e non ha alcuna trasposizione nella Serie Witcher di Andrzej Sapkowski.

Negli eventi di The Witcher 3: Caccia Selvaggia, in una discussione fra Geralt e Lambert, si scoprirà che la Scuola del Gatto é caduta in disgrazia. Molti dei suoi adepti infatti, hanno abbandonato la caccia dei mostri, per darsi all'assassinio su commissione. Non é strano quindi che si siano guadagnati il disprezzo, sia degli esseri umani, sia degli altri witcher.

Tramite una lettera di Joël a Gaetan, si scoprirà che dei soldati hanno espugnato la scuola e ne hanno trucidato i membri. I membri superstiti sono tutt'ora ricercati e su di loro pende una taglia.

STORIA

La Scuola del Gatto nasce da una costola della Scuola del Lupo. Durante la seconda metà del dodicesimo secolo la Scuola del Lupo, al massimo del suo splendore, subì un massiccio attacco a Kaer Morhen dove morirono così tanti witcher che la scuola non si riprese più. Conseguentemente a questo massacro il sovrano di Kaedwen, territorio in cui sorge Kaer Morhen, finanziò e fondò la Scuola del Gatto, collocandola anch'essa nella fortezza.

I rapporti fra le due scuole furono da subito tesi, motivo di liti e inamicizie.

Re, Radowit II il Calvo, (che non solo aveva fondato la Scuola del Gatto ma aveva finanziato quella del Lupo per ricostruire Kaer Morhen), secondo il consiglio del mago di corte Astrogarus e dei druidi di Mayena, accentuò le divergenze fra le due scuole di witcher arrivando, infine, a spingere la Scuola del Gatto a massacrare i rivali in cambio del monopolio sulla caccia dei mostri nel suo regno. Durante il Torneo degli Witcher, competizione amichevole fra le due scuole, che si teneva in una arena speciale in presenza del re, i Gatti quasi riuscirono nel loro intento, per poi scoprire che il piano di Radowit II era quello di sterminare loro una volta concluso il lavoro. L'esercito iniziò ad uccidere gli witcher rimanenti, e Saccoditopo aiutò Geralt a mettersi in salvo. Gli witcher del Gatto fuggirono, dirigendosi a sud, inseguiti dall'esercito e dall'infamia. Da quel giorno furono banditi da Kaer Morhen.


I superstiti raggiunsero il regno di Ebbing, straziato dalle razzie dei pirati di Skellige e banditi del nord. Si stabilirono nel Castello di Stygga, nelle paludi di Pereplut, dedicandosi non soltanto alla caccia dei mostri ma anche a scovare ed eliminare le minacce umane, motivo per cui divennero amati e rispettati dalla popolazione locale. Con il tempo la nobiltà ed i regnanti di Ebbing e dei regni vicini iniziarono ad affidarsi alla Scuola del Gatto per assassinii e spionaggio, aggravando la loro già pessima reputazione. Inoltre con la fuga dal nord la formula delle mutazioni andò persa e nel ricrearla i Gatti incapparono in un errore che rese i nuovi witcher “psicotici”. Le mutazioni uniche della Scuola del Gatto non sopprimono le emozioni ma le esasperano, rendendoli emotivamente instabili. Inoltre sono estremamente influenzabili dalle emozioni di chi li circonda. Nonostante questo la Scuola del Gatto non ha mai provato a correggere questo errore.

Con il tempo, l'abilità nell'essere formidabili spie ed assassini, addestrati a resistere ad ogni tipo di tortura ed emotivamente instabili fece temere i regnanti per la loro vita.

Alla fine del dodicesimo secolo l'esercito reale assediò il Castello di Stygga, in tre giorni le difese della Scuola del Gatto caddero e gli witcher superstiti si rifugiarono nuovamente nel nord.


Non potendo ritornare a Kaer Morhen dove, se avessero messo piede, sarebbero stati uccisi, crearono una carovana nomade chiamata Dyn Marw (termine scozzese che significa Dead Folks, letteralmente “gente morta”). La Carovana, secondo gli altri witcher, non ha più niente della Scuola che era stata un tempo, ormai ridotta ad un gruppo di assassini affamati di vendetta. Sembra inoltre che le abilità di furtività e agilità che li rendono formidabili assassini silenziosi siano state apprese dagli Aen Seidhe (gli elfi del Continente che compongono gli Scoia'tel) durante la loro fuga dal/verso il sud (non è chiaro).

Dyn Marw percorse il nord nei successivi anni, fra la diffidenza dei paesani e l'odio delle altre scuole, continuando a prendere parte ai giochi di potere della nobiltà.


In qualche momento della storia precedente al momento in cui, nel 1272, Geralt incontra Gaetan nel villaggio di Honotorn, Dyn Marw, in un momento in cui si trovava nel Velen, venne attaccata da dei soldati (di cui non è possibile capire la nazionalità) ed i suoi membri braccati ed uccisi.

Alcuni dei membri appartenenti a questa scuola sono:

Altre scuole dei witcherModifica

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+